Bud Spencer e Terence Hill: il duo comico italiano

Carlo Pedersoli e Mario Girotti, conosciuti al grande pubblico come Bud Spencer e Terence Hill, sono un’icona del cinema, fiore all’occhiello della comicità made in Italy.

Hanno infatti ricevuto il David di Donatello alla carriera il 7 maggio del 2010, sugellando un sodalizio che dal 1967 al 1985, con ancora un guizzo nel 1994, ha tenuto incollati milioni di spettatori allo schermo strappando sorrisi ad adulti e bambini.

La carriera del duo comico italiano inizia in modo casuale: Carlo era un nuotatore professionista e intendeva dedicarsi solo a piccoli ruoli come comparsa, mentre Mario, pur votandosi al cinema, non aveva ancora ricevuto parti di rilievo.

Carlo e Mario si ritrovano così sul set di Dio perdona… io no!, il primo film della coppia: da quel momento i due divengono inseparabili e la loro collaborazione si fa inossidabile.

È dall’uscita di questo film che i due prendono i soprannomi con cui sono tutt’ora conosciuti in tutto il mondo, dal momento che i nomi all’anagrafe erano considerati dal regista e dalla produzione “troppo italiani”, e ciò poteva inficiare la distribuzione di un film western che ambiva a superare i confini nazionali.

Carlo Pedersoli sceglie allora Bud Spencer, coniugando il nome del suo attore preferito, Spencer Tracy, con il nome della birra che stava bevendo, una Bud appunto.

Mario Girotti seleziona invece due nomi da una lista di pseudonimi fornitagli poco prima, optando per Terence Hill. La scelta si deve anche al fatto che Mario è un ammiratore del commediografo Terenzio, amore nato probabilmente durante i suoi studi di lettere classiche.

Dopo tre anni esce il film che li consacra alla fama: Lo chiamavano Trinità, pellicola dall’enorme successo che portò alla ribalta Bud Spencer e Terence Hill e che sottopose all’attenzione del pubblico il nuovo sottogenere dello spaghetti western.

Gli anni ’70 sono il secolo d’oro del duo: il sequel … e continuavano a chiamarlo Trinità ottiene incassi ancora maggiori del primo, e film come …altrimenti ci arrabbiamo!, Porgi l’altra guancia e Io sto con gli ippopotami sono lungometraggi che hanno segnato la cultura cinematografica italiana e d’oltralpe.